leggi e protocolli internazionali

Legge dell’Islanda sull’autonomia di genere

ISLANDA

 

 

Atto
sull’autonomia di genere

2019

 

I. CAPITOLO I
Obiettivo e definizioni.

Articolo 1

Obiettivo.

La presente legge prevede il diritto delle persone a definire il proprio genere e mira quindi a garantire il riconoscimento della propria identità di genere. L’obiettivo della presente legge è anche quello di tutelare i diritti delle persone all’integrità fisica.

Articolo 2

Definizioni.

Ai fini della presente legge, si applicano le seguenti definizioni:
1. Genere: un termine collettivo che include, tra l’altro, le caratteristiche sessuali, il genere,
l’identità di genere ed espressione di genere.
2. Caratteristiche sessuali: tratti biologici legati al genere, come i cromosomi sessuali,
attività ormonale, gonadi e genitali.
3. Espressione di genere: un’espressione sociale personale in relazione al proprio genere.
4. Identità di genere: l’identificazione e la definizione del proprio genere.
5. Integrità fisica: il diritto assoluto all’autonomia sul proprio corpo e il diritto al
rispetto del diritto alla vita, alla sicurezza, alla libertà e alla dignità umana.

 

II. CAPITOLO II

Diritto di definire il proprio genere.

3. Articolo 3

Diritto di definire il proprio genere.
Per ogni persona esiste, in base all’età e alla maturità, un diritto illimitato a:

a. definire il proprio genere,
b. far riconoscere il proprio sesso, identità di genere ed espressione di genere,
c. sviluppare la propria personalità in linea con la propria identità di genere,
d. all’integrità fisica e all’autonomia riguardanti i cambiamenti nelle caratteristiche sessuali.

 

4. Articolo 4

Diritto a una modifica della registrazione ufficiale del genere.

Per ogni persona esiste un diritto dall’età di 18 anni a modificare la propria registrazione di genere nei Registri Islanda. Una richiesta per tali modifiche deve essere presentata ai registri islandesi. Oltre ad una modifica della registrazione di genere, il richiedente ha diritto ad una modifica del nome.
È vietato effettuare un’operazione chirurgica, farmaci, trattamenti ormonali o altri trattamenti medici, come la terapia psichiatrica o psicologica, un requisito per modificare la registrazione del genere.
Una modifica ai sensi del paragrafo 1 comporta il diritto di una persona di ottenere documenti di identità in linea con la modifica, nonché i documenti relativi ai registri di istruzione e di impiego di detta persona.
Il genere di una persona deve essere registrato nei registri pubblici e in altri dati pubblici allo stesso modo dei registri islandesi.
I cittadini islandesi residenti all’estero hanno il diritto di modificare la registrazione del proprio sesso e del proprio nome di cui al paragrafo 1.

 

5. Articolo 5

Modifica della registrazione di genere di un bambino.

Un bambino di età inferiore ai 18 anni può, con l’assistenza dei suoi tutori, modificare la sua registrazione ufficiale di genere.
Una richiesta di modifica della registrazione di genere di un bambino deve essere presentata ai registri islandesi. Oltre ad un cambiamento nella registrazione di genere, il bambino ha il diritto a un cambio di nome. Le disposizioni dell’articolo 4, paragrafi da 2 a 4, si applicano anche a questa disposizione.
Un bambino che non ha il sostegno di uno o entrambi i suoi tutori nel modificare la sua registrazione di genere può presentare una richiesta di modifica del genere registrato a un comitato di esperti ai sensi dell’articolo 9 e far cambiare la registrazione se il comitato accetta la richiesta.
La decisione di modificare la registrazione di genere di un minore deve essere presa tenendo conto degli interessi del minore ed essere conforme alla sua volontà e allo sviluppo della sua identità di genere.

Articolo 6

Registrazione del genere neutro.

È consentita la registrazione di genere neutro.
Gli enti pubblici e privati ​​che registrano il genere prevedono la possibilità di registrare il genere come neutrale, tra l’altro nei documenti di identità, nei moduli e nelle basi di dati e forniscono una chiara denotazione di tale registrazione. Nei passaporti, la registrazione di genere neutrale deve sempre essere indicata con la lettera X.

 

7. Articolo 7

Autorizzazione limitata a modificare la registrazione di genere.

Una modifica della registrazione di genere ai sensi della presente legge e una modifica simultanea del nome sono consentite una sola volta, se non diversamente giustificato da circostanze speciali. Una persona che richiede di nuovo una modifica della propria registrazione di genere deve presentare una richiesta scritta ai registri islandesi raccontando i motivi di tale richiesta.

 

8. Articolo 8

 

Effetto di una registrazione di genere modificata sullo stato legale.

 

Quando un bambino ha cambiato la sua registrazione ufficiale di genere, il suo stato giuridico nei confronti di un genitore, cfr. Gli articoli 4 e 5 rimarranno come prima della modifica.
Una persona che ha modificato la propria registrazione ufficiale di genere gode di tutti i diritti legali di
il genere registrato.
Ogni persona ha diritto ai servizi di assistenza sanitaria in base alle sue caratteristiche sessuali, indipendentemente dalla registrazione di genere.
Le regole che si applicano a una donna che porta e dà alla luce un bambino si applicano anche a una persona che porta e dà alla luce un bambino dopo che la registrazione del genere è stata modificata.

9. Articolo 9

Un comitato di esperti sulle modifiche alla registrazione del genere dei minori.

 

Il ministro istituirà un comitato di esperti sulle modifiche alla registrazione del genere dei minori che durerà per un periodo di quattro anni alla volta. Il comitato è composto da tre membri. Uno dei membri deve essere un pediatra, nominato dalla direzione della sanità, uno deve essere uno psicologo con psicologia infantile come campo di competenza, nominato dall’associazione psicologica isolaese e uno deve essere un avvocato con conoscenze speciali nel campo dei bambini diritti, nominato dal Ministro responsabile per le questioni relative ai diritti umani.
Il comitato di esperti adotta le proprie decisioni conformemente all’articolo 5, paragrafo 3. Nel valutare i casi, il comitato può ottenere il parere di altri specialisti, se necessario.
I membri del comitato e gli specialisti che sono stati consultano una norma del presente articolo gestiscono le questioni relative alle persone che presentano i loro casi al comitato con la massima riservatezza.
Una decisione del comitato di esperti a norma dell’articolo 5, paragrafo 3, non può essere impugnata da un’autorità amministrativa superiore, se non per motivi procedurali.

 

10. Articolo 10

Riconoscimento delle voci di genere straniere e richiedenti protezione internazionale.

Una sentenza da parte di un tribunale straniero o la registrazione da parte di un’autorità competente straniera di una modifica della registrazione del genere di una persona, nonché di una modifica del nome, è pienamente riconosciuta in Islanda.
Una persona in cerca di protezione internazionale in Islanda può richiedere che i certificati di registrazione, cfr. L’articolo 34 della legge sugli stranieri n. 80/2016, include la sua registrazione di genere in conformità con la sua identità di genere, anche se ciò non è conforme ai documenti di identità dello Stato di origine.

III. CAPITOLO III
Integrità fisica e modifiche alle caratteristiche sessuali.

 

Articolo 11

Integrità fisica.

I cambiamenti permanenti su genitali, gonadi o altre caratteristiche sessuali di persone di età pari o superiore a 16 anni sono vietati senza il loro consenso scritto. Inoltre, nei casi che coinvolgono bambini di età compresa tra 16 e 18 anni, è necessaria una valutazione da parte del team del Dipartimento psichiatrico infantile e adolescenziale sull’identità di genere e sulle caratteristiche sessuali atipiche ai sensi dell’articolo 13 per confermare che è nell’interesse superiore del bambino eseguire operazione. I cambiamenti permanenti includono, tra l’altro, interventi chirurgici, farmaci e altri interventi medici irreversibili.
Per quanto riguarda le eccezioni al principio di cui al paragrafo 1, si applicano le disposizioni della legge sui diritti dei pazienti.
Prima di apportare modifiche ai sensi del paragrafo 1, la persona deve essere fornita con dettagli
informazioni sul trattamento pianificato, compresi progressi, rischi e benefici, se influirà sulle capacità riproduttive, nonché informazioni su altri possibili rimedi e le conseguenze della mancata azione. La persona è inoltre invitata a chiedere il secondo parere di un esperto in merito alla necessità del trattamento, gratuitamente. Se il trattamento determina una riduzione delle capacità riproduttive o infertilità permanente, la persona deve essere informata di qualsiasi possibilità di preservare le cellule del gamete.

12. Articolo 12

Team di Landspítali sull’identità di genere e modifiche alle caratteristiche sessuali.

Landspítali University Hospital ha un team di esperti sull’identità di genere e le modifiche alle caratteristiche sessuali, nominati dal CEO dell’ospedale. Il gruppo deve essere interdisciplinare e composto da professionisti con conoscenze ed esperienza pertinenti. Il team può rivolgersi ad altri esperti per consultazioni e collaborazioni al fine, tra l’altro, di garantire la conoscenza degli aspetti sociali dell’identità di genere. Le disposizioni della legge sugli operatori sanitari si applicano ai diritti e agli obblighi degli operatori sanitari ai sensi del presente articolo e dell’articolo 13.
Il team fornisce ai propri clienti, di età pari o superiore a 18 anni, informazioni, consulenza e cure in base alle esigenze di ognuno. Il team fornisce inoltre informazioni e consulenza ai parenti dei clienti.
Il team adotta il proprio regolamento interno che deve essere conforme al regolamento interno internazionale riconosciuto. Se il team respinge una domanda di trattamento che comporta un cambiamento dell’identità di genere, questo può essere fatto appello alla direzione della salute. La decisione della direzione della sanità può essere impugnata dal ministero della sanità.
Il ministro responsabile dei servizi sanitari può stabilire in un regolamento disposizioni più dettagliate sui compiti e sui servizi della squadra.

 

13. Articolo 13

Team del Dipartimento di Psichiatria infantile e adolescenziale sull’identità di genere e il sesso atipico

Caratteristiche:
Il dipartimento psichiatrico per bambini e adolescenti Landspítali ha un team di esperti sull’identità di genere e le caratteristiche sessuali atipiche, nominati dal CEO dell’ospedale. Il gruppo deve essere interdisciplinare e composto da professionisti con conoscenze ed esperienza pertinenti. Il team può rivolgersi ad altri esperti per consultazioni e collaborazioni al fine, tra l’altro, di garantire la conoscenza degli aspetti sociali dell’identità di genere.
Il team del Dipartimento di Psichiatria Infantile e Adolescente fornisce cure ai bambini di età inferiore ai 18 anni che manifestano discrepanza tra la loro identità di genere e il genere assegnato loro alla nascita, in conformità con le esigenze di ogni persona e fornisce supporto e consulenza ai loro tutori. Il team fornisce anche supporto e consulenza ai tutori di bambini nati con caratteristiche sessuali atipiche. Il team valuta inoltre se sarebbe meglio che un bambino di età compresa tra 16 e 18 anni subisse cambiamenti permanenti a genitali, gonadi o altre caratteristiche sessuali, cfr. articolo 11.
Il team adotta il proprio regolamento interno che deve essere conforme al regolamento interno internazionale riconosciuto. Il ministro responsabile dei servizi sanitari può stabilire in un regolamento disposizioni più dettagliate sui compiti e sui servizi della squadra.

 

14. Articolo 14

Partecipazione all’assicurazione sanitaria islandese.

Le persone coperte dalla legge sull’assicurazione malattia hanno il diritto di usufruire dei servizi delle squadre ai sensi degli articoli 12 e 13.

CAPITOLO IV
Disposizioni varie.

Articolo 15

Multe.

Le violazioni dell’articolo 4, paragrafo 3, dell’articolo 6, paragrafo 2, punto 1, e dell’articolo 9, paragrafo 3, della presente legge e dei regolamenti emanati in virtù della stessa sono punibili con ammende, a meno che una sanzione più severa si applichi ai sensi di altre leggi. Le multe devono essere pagate al Tesoro.
Un’entità legale può essere multata ai sensi delle regole del Capitolo IIA del Codice penale generale per violazioni delle disposizioni del paragrafo 1 e delle norme emanate in virtù di esso.

 

Articolo 16

Autorizzazione a emanare un regolamento.

Il ministro può emanare un regolamento sull’attuazione della presente legge in modo più dettagliato, ad esempio sui requisiti relativi ai dati forniti a norma dell’articolo 10, paragrafo 1, e sui lavori di un comitato di esperti sulle modifiche alla registrazione di genere dei minori a norma dell’articolo 9, in particolare per quanto riguarda in quali casi il comitato per la protezione dei minori dovrebbe essere informato nel corso dei lavori del comitato di esperti.

Articolo 17

Entrata in vigore.

Quando la presente legge entra in vigore, la legge n. 57/2012 sullo stato giuridico delle persone con disturbo dell’identità di genere cessa di applicarsi.
In deroga alle disposizioni del paragrafo 1, le parti responsabili della registrazione del genere hanno 18 mesi dall’entrata in vigore della presente legge per modificare i fogli di registrazione, i moduli, i documenti di identità e simili a norma dell’articolo 6, paragrafo 2.

 

Articolo 18

Modifiche ad altri atti

Quando la presente legge entra in vigore, vengono apportate le seguenti modifiche ad altri atti:
Legge sulla parità di status e sulla parità di diritti tra donne e uomini n. 10/2008, come modificata:
Un nuovo paragrafo è aggiunto all’articolo 24 della legge e recita come segue:
Le disposizioni del presente capitolo si applicano anche alle persone che hanno registrato il proprio genere come neutrale nei registri islandesi, cfr. Articolo 6 della legge sull’autonomia di genere.

2. Legge sui nomi personali n. 45/1996, come modificata:
– a. L’articolo 5, paragrafo 2 è soppresso.
– b. Il punto 2 dell’articolo 6, paragrafo 1, è soppresso.
– c. Una nuova frase è aggiunta all’articolo 8, paragrafo 3, della legge e recita come segue: Persone che
hanno registrato il loro genere come neutrale nei Registri. L’Islanda è autorizzata a usare il nome del padre o della madre nel caso possessivo (genitivo) senza alcuna aggiunta o con l’estensione “bur”.
– d. Un nuovo paragrafo è inserito dopo l’articolo 13, paragrafo 3, della legge e recita come segue:
Un bambino di età inferiore ai 18 anni può cambiare, con il consenso dei suoi tutori o del comitato di esperti ai sensi dell’articolo 9 della legge sull’autonomia di genere, il suo nome
e secondo nome quando cambia la sua registrazione di genere.
– e. Un nuovo paragrafo è inserito dopo l’articolo 14, paragrafo 6, della legge e recita come segue:
Un bambino di età inferiore ai 18 anni può richiedere, con il consenso dei suoi tutori o del comitato di esperti ai sensi dell’articolo 9 della legge sull’autonomia di genere, che il suo cognome sia cambiato in relazione alla modifica della sua registrazione di genere. Una modifica ai sensi del presente paragrafo può solo significare che la fine del cognome è cambiata in linea con il genere del minore. Se il bambino è registrato come neutro rispetto al genere, si applica la disposizione della seconda frase dell’articolo 8, paragrafo 3.
– f. Un nuovo articolo, l’articolo 16 bis, è inserito dopo l’articolo 16 e recita come segue:

Le persone che esercitano il diritto di cambiare la propria registrazione di genere nei Registri Islanda hanno il diritto di cambiare il proprio nome, secondo nome e cognome. La disposizione dell’articolo 13, paragrafo 6, si applica alle modifiche a un determinato nome e secondo nome
denominazione ai sensi del presente articolo.
La presente legge entra in vigore immediatamente.
Articolo 17
Entrata in vigore.

Legge sull’esecuzione delle sentenze n. 15/2016, va modificata così:
– a. le parole “identità di genere” sono inserite dopo le parole “età, sesso” nella seconda frase dell’articolo 21, paragrafo 1, della legge.
– b. La parola “prigioniera” nell’articolo 30, paragrafo 1 è soppressa.
– c. Le seguenti modifiche sono apportate all’articolo 43 della legge:
La parola “l’opposto” nel paragrafo 2 è sostituita da “un altro”. 2. Viene aggiunto un nuovo paragrafo che recita come segue:
In deroga alle disposizioni dei paragrafi 1 e 2, il governatore del carcere può decidere diversamente, in collaborazione con la prigione statale e l’amministrazione della libertà vigilata, se richiesto a causa degli interessi urgenti del prigioniero o di altri prigionieri.
– d. Una nuova frase è aggiunta all’articolo 70, paragrafo 2, della legge e recita come segue: Il governatore del carcere può decidere diversamente se così richiesto a causa degli interessi urgenti del prigioniero.
Treasury Sundry Revenue Act n. 88/1991, come modificato: Dopo le parole “sui nomi personali” di cui all’articolo 14, paragrafo 1, punto 26 della legge, è aggiunto quanto segue: e l’autorizzazione a modificare la registrazione di genere ai sensi della legge sull’autonomia di genere , nonché il nome, ad eccezione delle modifiche ai sensi dell’articolo 5, paragrafo 3, di tale legge.

 

 

Provvedimenti provvisori. 

I
Il ministro istituirà un gruppo di lavoro per discutere questioni riguardanti i bambini con caratteristiche sessuali atipiche, nonché per i servizi di assistenza sanitaria a loro disposizione e per presentare proposte per miglioramenti. Il gruppo di lavoro è inoltre incaricato di redigere un disegno di legge che modifica la presente legge, il che comporta l’aggiunta di una disposizione relativa alla modifica delle caratteristiche sessuali dei bambini nati con caratteristiche sessuali atipiche. Il gruppo sarà composto da un chirurgo pediatrico, un endocrinologo pediatrico, uno psicologo infantile, un rappresentante dell’Intersex Islanda, un rappresentante di Samtökin ’78, un sessuologo, un etico e due avvocati, uno con una conoscenza approfondita dei diritti dei bambini e l’altro con conoscenza esperta dei diritti umani. Il gruppo presenta i risultati e le proposte dodici mesi dopo l’entrata in vigore della presente legge.

II.
Il ministro istituirà un gruppo di lavoro per discutere e formulare proposte sulle modifiche necessarie ad altri atti per garantire i diritti delle persone transessuali e intersessuali, tra cui la legge n. 76/2003 sull’infanzia e la legge sulla fertilizzazione artificiale e l’uso dei gameti umani e embrioni per la ricerca sulle cellule staminali n. 55/1996, nonché le norme sulla partecipazione ai pagamenti nel sistema di assicurazione sanitaria per quanto riguarda le operazioni relative alla riassegnazione di genere. Inoltre, il gruppo di lavoro ha il ruolo di rivedere il limite di età prescritto per quanto riguarda il diritto di modificare la propria registrazione di genere, al fine di ridurlo, in collaborazione con ad es. l’Agenzia governativa per la protezione dei minori, il Mediatore per l’infanzia e l’organizzazione queer rappresentativa. Il gruppo presenta i risultati e le proposte dodici mesi dopo l’entrata in vigore della presente legge.
_____________

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *