Carriera Alias

Unә bambinә trans, che gioca a calcio in tutù rosa, viene guardato con sospetto dai suoi insegnanti

L’infanzia e l’adolescenza con varianza di genere o trans (cioè persone che non si riconoscono nel genere assegnato alla nascita in base al sesso biologico) nella scuola non hanno il diritto fondamentale di esprimere liberamente la propria identità di genere.

Bullismo, cyber bullismo, stigma e discriminazioni sono aggressioni quotidiane a cui vengono sottopostә, le cui conseguenze sono sconvolgenti: tasso altissimo di abbandono scolastico, depressioni, autolesionismo e tentativi suicidari

Studentә transgender viene fotografato da tre compagni fastidiosi in classe senza che i due insegnanti impediscano l'atto di bullismo

GenderLens ha avviato una campagna di sensibilizzazione per promuovere e attivare in ogni scuola di ordine e grado la carriera alias.

Una procedura di semplice applicazione, per cui nel registro elettronico viene inserito il nome scelto dalla persona trans al posto di quello anagrafico, evitando così il tormento di dover fare continui e forzati coming out e di subire molestie verbali e/o fisiche.

La carriera alias è un accordo di riservatezza tra la scuola, lә studente trans e la famiglia (nel caso di persona minorenne) e un atto di rispetto oltre che di tutela della privacy verso le istanze di studenti trans. Una buona pratica che assieme all’uso concordato di spazi sicuri (bagni, spogliatoi, etc.) concorre allo sviluppo psicofisico e al benessere della giovane persona trans, anche piccola, che vede riconosciuto il diritto alla propria autodeterminazione di genere.

Unә bambinә transgender guarda le porte di due bagni cisgender senza sapere dove entrare

Inoltre l’attivazione della carriera alias nella scuola è un’opportunità di conoscenza per attuare quella cultura del rispetto affinché sia un ambiente sicuro e protetto, resta anche un punto di partenza per affrontare un discorso più ampio di pratiche educative e discorsive che creino senso di appartenenza, di convivenza consapevole, parità, rispetto delle differenze e prevenzione di tutte le forme di discriminazione in tutta la comunità scolastica. 

Volontaria GenderLens cerca leggi ed informazioni internazionali

Nella scuola italiana non esistono Linee Guida Ministeriali Nazionali per poter attivare la carriera alias, ed è ora che la questione venga ratificata a livello nazionale per tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Attualmente resta strumento attuato a seconda della sensibilità della dirigenza scolastica di turno, questo è fortemente discriminante. 

Unә studentә transgender parla con la segretaria della sua scuola

La scuola ha la responsabilità, oltre che l’obbligo, di garantire il benessere e la sicurezza a tutta la comunità scolastica

La carriera alias quindi, è parte fondamentale di quelle azioni concrete che la scuola può mettere in atto per accompagnare in modo affermativo la transizione sociale di chi ne fa richiesta rendendo il contesto scolastico il più accogliente possibile: con l’utilizzo di una comunicazione rispettosa e non sessista, con la riorganizzazione degli spazi e con l’informazione/formazione di tutta la comunità educante. 

0 Condivisioni